1000 Miglia, la rievocazione della mitica Freccia Rossa tra storia, tradizione e futuro

Appena conclusa l’edizione 2024 (11-15 giugno)

Come da tradizione, le 420 auto storiche che hanno partecipato all’Edizione appena conclusa, sono partite da Brescia, città natale della mitica Freccia rossa, per percorrere i 2.200 Km in 5 tappe, tra cui spiccano due new entry: Torino e Genova!

Strade animate da una moltitudine di auto straordinarie, guidate da veri appassionati, che da mesi si preparano per vivere una grande emozione. Un’avventura entusiasmante e faticosa, al volante di auto costruite tra il 1927 e il 1957, per un lungo viaggio sotto il primo cielo estivo. 

Guida la passione, quella vera, che fa superare tutto, fatica, investimento (15.000 € la quota di iscrizione) e qualsiasi temperatura!

Trentatré le nazioni iscritte, l’Italia il Paese più rappresentato: 50 Alfa Romeo, più di 30 Porsche, 27 Jaguar, 25 Mercedes, 21 Ferrari e 17 Bugatti, tutte regolarmente iscritte al Registro 1000 Miglia.

Le mitiche in gara.

  • Lancia Aurelia B20GT del 1951, granturismo degli anni Cinquanta perfettamente restaurata e parte della collezione dell’Heritage Stellantis, che partecipò alla 1000 Miglia nel 1954.  
  • L’iconica Alfa Romeo 155 2.5 V6 TI 
  • La Mercedes 6 cilindri Super Sport W06, costruita nel 1930 e appartenuta al Maharaja del Kashmir.
  • La chicca per veri intenditori: Morassuti Sport, costruita nel 1953 da Paolo Morassuti e ritrovata in Giappone.
  • La debuttante Fiat Barchetta, motore 750 elaborato Siata-Abarth, perfettamente conservata e con targa originale.

Il percorso.

Da Brescia a Torino, passando per Bergamo, Novara e Vercelli.  Dal capoluogo Piemontese a Viareggio, passando per Acqui e Genova (prima volta!). Finalmente a Roma, giro di boa con sfilata in Via Veneto, passando per Lucca, Castiglione della Pescaia, Viterbo e Ronciglione. Rientro verso Nord, passando per Orvieto, Solomeo, Siena e Prato, fino a San Lazzaro di Savena (BO). Traguardo a Brescia, passando per Ferrara, Bovolone e Villafranca, fiancheggiando il Lago di Garda e Salò, fino alla passerella finale in Viale Venezia.    

Il futuro.

Le strade di questa edizione della 1000 Miglia sono state percorse dal passato e dal futuro, grazie al progetto 1000 Miglia Autonomous Drive, guidato dal Politecnico di Milano. 

Con il sostegno dei Comuni, delle Province e degli Enti che gestiscono le strade del percorso, la Maserati GranCabrio Folgore 100% elettrica, con installato un robo-driver in grado di guidare autonomamente nel rispetto delle regole del Codice della Strada, ha percorso ben 1.000 Km, la prova di guida autonoma più lunga fatta nel nostro Paese! I ricercatori avranno a disposizione dati che permetteranno loro di migliorare la tecnologia e proporre nuovi modelli di mobilità. 

Guida autonoma alla 1000 Miglia 2024: il progetto Mad del Politecnico di Milano

Se l'articolo ti è piaciuto condividilo!

Altro dal blog