COSA SUCCEDE SE UN MOTORE FERRARI ENTRA IN UNA FIAT?

Fiat Dino. Auto iconica, elegante, veloce.

Un fantastico esemplare è venuto a farci visita per la Revisione. Come è nata questa strana combinazione?
Stagione di Formula 2 del 1967. Ferrari ha l’esigenza di creare un motore a 6 cilindri in grado di soddisfare i criteri di omologazione FIA (Federazione Internazionale Automobile) e si dovevano costruire 500 motori in serie, su vetture stradali.

Nasce così il Progetto “Dino”, in nome del figlio scomparso di Enzo Ferrari. Ferrari interpellò FIAT per la fornitura del telaio che fu disegnato da Pininfarina, mentre il Cavallino rampante costruiva i motori.
Il 1972 fu l’ultimo anno di produzione, ma solo nel 1980 la Dino balzò agli onori ricevendo tutta l’attenzione degli appassionati, grazie alla celebre scena del film “Un sacco bello”, interpretato e diretto da Carlo Verdone.

L’opportunità di revisionare questa vettura iconica ci rende orgogliosi e rende merito alla nostra passione e alla nostra professionalità.

 

Da più di vent’anni ci occupiamo esclusivamente di revisione: abbiamo scelto di non proporre Servizi di Officina per garantire controlli altamente qualificati e una valutazione imparziale.
Perché la tua sicurezza è l’unica cosa che conta.